Author: giovannisalsano

Giornata diocesana degli operatori della Carità

Una Messa celebrata dal vescovo Semeraro all’interno delle Grotte vaticane aprirà, sabato 16 febbraio alle 10, la giornata diocesana degli operatori della carità: occasione di incontro, preghiera e formazione, a cura della Caritas diocesana, diretta da don Gabriele D’Annibale. Il tema scelto è “Gli operatori della carità sui passi di Paolo VI” e, dopo la celebrazione eucaristica, la giornata proseguirà con un momento di preghiera sulla tomba di san Paolo VI e un incontro con il cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere del Papa. Nel pomeriggio, presso la Pontificia università Urbaniana, si svolgeranno tre workshop guidati dai direttori degli uffici della curia di Albano, don Salvatore Surbera, don Valerio Messina e Gloria Conti. «Paolo VI – spiega don Gabriele D’Annibale – è il Papa che ha ridato una forma alla Caritas italiana, centrandola sulla pastorale e sulla pedagogia caritativa, piuttosto che sull’assistenzialismo».

Laboratori pastorali per il clero diocesano

Inizieranno martedì 12 febbraio, con l’incontro per i sacerdoti della zona pastorale “Colli”, i laboratori pastorali sul tema “Presbiteri, bisogni e desideri. Il discernimento per realizzarsi e vivere la santità”, inseriti nel percorso dell’anno pastorale. L’appuntamento, alle 16 presso il seminario di Albano, sarà guidato da don Massimo Sebastiani, che accompagnerà i sacerdoti anche nel secondo laboratorio, per le zone pastorali “Mare” e “Mediana”, il 26 febbraio alle 16 presso la parrocchia dei santi Pietro e Paolo in Aprilia.

“Più competenti, più corresponsabili”, la formazione per i Cpae

L’Ufficio Economato della diocesi di Albano, in collaborazione con il Servizio diocesano per la promozione e il sostegno economico alla Chiesa cattolica, propone anche quest’anno alcuni incontri di formazione e informazione per i componenti dei Consigli pastorali degli Affari economici, sul tema “Più competenti, più corresponsabili”.
Gli incontri, suddivisi per Vicariato territoriale, saranno guidati dall’economo diocesano, monsignor Gualtiero Isacchi, con l’intervento del diacono Antonello Palozzi, direttore del servizio diocesano per la Promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica. Saranno affrontati i temi della fatturazione elettronica e dell’utilizzo della posta elettronica certificata (pec), e saranno date alcune comunicazioni sul servizio Sovvenire e sui fondi 8×1000.
Si inizierà venerdì 15 febbraio con i vicariati territoriali di Anzio Nettuno, presso la Chiesa di Santa Teresa (Anzio) dalle 19-20,30, mentre i successivi appuntamenti saranno il 18 febbraio per il vicariato di Aprilia (ore 19-20,30 presso la parrocchia La Risurrezione di Aprilia), il 19 febbraio per il vicariato di Pomezia-Ardea (ore 19-20,30 presso San Bonifacio a Pomezia), il 22 febbraio per i vicariati di Marino e Ciampino (ore 19-20,30 presso il Sacro Cuore a Ciampino) e il 25 febbraio per i vicariati di Albano e Ariccia (con orario 19-20,30 presso il seminario vescovile di Albano).
Per domenica 7 aprile, inoltre, è già fissato l’appuntamento con il Convegno diocesano per i Cpae, sul tema “Privacy in parrocchia: cosa fare e come farlo”, dalle 15,30 presso la parrocchia Natività di Maria Santissima, in località Vallelata, ad Aprilia.

 

Giornata mondiale del malato

In occasione della XXVII Giornata mondiale del malato, lunedì 11 febbraio si svolgerà la celebrazione diocesana, a cura dell’ufficio diocesano per la Pastorale della Salute, diretto da don Michael Romero, presso la clinica Villa Silvana in Viale Europa, 1/3, ad Aprilia.
Sarà la Chiesa di Albano a recarsi presso chi è nella sofferenza, con l’intento che questa sia una occasione di speranza, preghiera e, semplicemente, uno stare insieme nella gioia.
La “Giornata”, sul tema “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” scelto da papa Francesco per il suo Messaggio, inizierà con la Messa presieduta dal vescovo Marcello Semeraro alle 16 e, in seguito, saranno presentati i pazienti della Rsa (Residenza sanitaria assistenziale) allo stesso monsignor Semeraro, che poi visiterà anche i pazienti dell’Hospice.

Rientrati in Italia i giovani pellegrini di Albano

Si sono riempite di fede, emozioni, sensazioni, gesti e parole le valigie dei quattordici pellegrini della diocesi di Albano che, giovedì 31 gennaio, sono rientrati in Italia al termine della 34ª Giornata mondiale della gioventù a Panama, dopo un viaggio in Centroamerica, tra Costa Rica e appunto Panama, iniziato il 16 gennaio. Un’esperienza vissuta pienamente, tra le catechesi e le celebrazioni, tra festa e condivisione, attendendo e ascoltando papa Francesco, alla cerimonia di saluto, alla via Crucis, alla veglia e alla Messa finale: momenti condivisi con oltre 700mila giovani provenienti da tutto il mondo e 20mila volontari. Ad accompagnare i giovani della Chiesa di Albano in questo pellegrinaggio sono stati don Valerio Messina, direttore del Servizio diocesano di Pastorale giovanile, e don Kenneth Meneses, sacerdote della diocesi di Albano e originario della Costa Rica. «Il silenzio e la preghiera, vissuti pur essendo tantissimi – ha detto don Valerio Messina – ci dicono che i giovani sanno stare in ascolto del Signore e hanno voglia di parlare con Lui come un amico. Il canale di Panama, che unisce due mari diversi tra loro, ci richiama ad essere uomini e donne della relazione, capaci di costruire l’incontro nella diversità, e non costruttori di muri».

 

Il videosaluto dei nostri giovani da panama

La videointervista

«Verginità feconda», nuova lettera pastorale del vescovo Semeraro

Il vescovo di Albano, Marcello Semeraro ha pubblicato con la casa editrice diocesana MiterThev la sua ultima lettera pastorale dal titolo “Verginità feconda”, rivolta al presbiterio e alle persone di vita consacrata.
Si tratta di una riflessione spirituale a partire dalla Verginità feconda di Maria, un mistero che accompagna tutta la storia della salvezza e che si attua, oggi, nei verbi “accogliere” e “donare”.
Una copia della lettera sarà consegnata a una rappresentanza di consacrate e consacrati della diocesi di Albano sabato 2 febbraio, festa della “Presentazione del Signore” e XXIII giornata mondiale della Vita consacrata, al termine della celebrazione eucaristica in Cattedrale.

 

Monastero invisibile febbraio 2019

Nel mese di febbraio la preghiera del Monastero invisibile è dedicata ai giovani, in continuità con la XXXIV Giornata mondiale della gioventù che si è svolta a Panama dal 22 al 27 gennaio, sul tema “Ecco la serva del Signore; avvenga per me seconda la Tua parola” (Lc1,38). A Panama il Papa ha invitato i giovani provenienti da tutti i continenti a scoprire la propria vocazione con la certezza che non li lascerà mai soli.