Author: giovannisalsano

Il «Monastero invisibile» in diretta su Youtube

Da giovedì 2 luglio inizierà, a cadenza mensile, la trasmissione in diretta su YouTube del “Monastero Invisibile”, una iniziativa a cura del Centro diocesano per le vocazioni, diretto da don Alessandro Mancini, già attiva da tempo in formato testuale per meditare e pregare per le vocazioni.
Il canale Youtube del Cdv (CDV – Albano Laziale – raggiungibile qui) trasmetterà il 2 luglio alle ore 20,45 la prima proposta di preghiera, con una lectio con intenzione vocazionale e le intercessioni tematizzate, che tengono conto sia di un programma che vuole abbracciare tutte le vocazioni, sia di quello che accade in diocesi che nella Chiesa in generale.
Per ricevere la preghiera del Monastero invisibile in formato Pdf è possibile iscriversi alla newsletter del sito del Monastero Invisibile a questo indirizzo: https://atrusrm.wixsite.com/monastero-invisibile, oppure scaricarlo quando disponibile sul sito della diocesi di Albano.

Nota del Ministero dell’Interno sulle celebrazioni liturgiche

Pubblichiamo in allegato la nota del Ministero dell’Interno riportante le risposte del Comitato tecnico scientifico riguardo due questioni poste dalla Conferenza episcopale italiana. La prima riguarda l’utilizzo dei guanti da parte del sacerdote durante la distribuzione dell’Eucaristia, la seconda sull’utilizzo delle mascherine, da parte degli sposi,  durante la celebrazione dei matrimoni.

Pubblicato il notiziario della Diocesi di Albano (24 giugno 2020)

È stato pubblicato sul canale Youtube della diocesi (qui) e nell’apposita sezione sul sito diocesano (qui), il notiziario della diocesi di Albano con data 24 giugno 2020. I servizi, realizzati da Multimedia Technology di Alleruzzo, riguardano le celebrazioni della Solennità del Corpus Domini, ad Albano Laziale, il 14 giugno, e della Giornata di santificazione sacerdotale, ad Ariccia, il 18 giugno. La prossima uscita è in calendario il 16 settembre 2020.

«È risorto il terzo giorno. Una lettura biblico-spirituale dell’esperienza della pandemia»

Per accompagnare l’annuncio e la catechesi nei prossimi mesi, quando le attività pastorali riprenderanno rinnovate dopo l’esperienza della pandemia, la Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi, di cui fa parte anche il vescovo di Albano, Marcello Semeraro, propone una “Traccia di riflessione” dal titolo «È risorto il terzo giorno. Una lettura biblico-spirituale dell’esperienza della pandemia» (disponibile qui).
Il documento è accompagnato dalle voci di un’impiegata, uno studente, un bambino, un cappellano, un medico, una casalinga, un adolescente, un volontario e una segretaria, ed è destinato a tutta la comunità credente, e non solo che prende le mosse dall’ascolto dell’umano.
«In questi mesi – ha scritto monsignor Stefano Russo, segretario generale della Cei presentando il documento – abbiamo ascoltato la sofferenza e la morte, ma anche il coraggio e la speranza di tanti individui e dell’intera comunità nazionale. Questi eventi vengono collocati sullo sfondo del mistero pasquale di Gesù: dal Venerdì della morte in croce, attraverso il Sabato della deposizione nel sepolcro, sino alla Domenica di risurrezione».
Da questa proposta della Commissione episcopale prende avvio l’iniziativa dell’Ufficio catechistico nazionale, che impegnerà i direttori degli uffici Catechistici e le equipe diocesane nei prossimi mesi.
Il documento è disponibile qui.

«Chiamati nella compassione di Dio»

In occasione della Giornata di santificazione sacerdotale, giovedì 18 giugno, il vescovo Semeraro e il presbiterio diocesano hanno vissuto insieme una mattinata di ritiro presso la Casa dei Padri Somaschi, ad Ariccia. La meditazione, sul tema “Chiamati nella compassione di Dio” è stata tenuta dal vescovo Marcello Semeraro. «Celebriamo oggi, uniti nel presbiterio dalla grazia del sacerdozio ministeriale – ha detto il vescovo di Albano – la Giornata di Santificazione Sacerdotale. Istituendola venticinque anni fa, san Giovanni Paolo II la volle collegata alla solennità liturgica del Sacratissimo Cuore di Gesù per esserci di aiuto – così scrisse – «a vivere nella conformazione sempre più piena al cuore del Buon Pastore». È, dunque, questo proposito di «conformazione… al cuore del Buon Pastore», che oggi vogliamo nutrire e alimentare nel nostro cuore.
In allegato, il testo della meditazione.