Author: giovannisalsano

Lettera di Migrantes per la Giornata Mondiale del migrante e del rifugiato

In occasione della Giornata Mondiale del migrante e del rifugiato, in calendario nell’ultima domenica di settembre, il responsabile diocesano di Migrantes, don Luis Fernando Lopez ha inviato una lettera ai parroci della diocesi per sottolineare l’evento.
«È un tema – scrive don Luis Fernando Lopez – che sta molto a cuore a Papa Francesco ed è un fenomeno al quale noi cristiani non possiamo essere indifferenti, anzi, dobbiamo essere la voce di chi non ha voce con la piena consapevolezza che sono i nostri fratelli».
Inoltre, sulla pagina della Fondazione Migrantes della CEI si può trovare del materiale da utilizzare nelle celebrazioni e anche nei piccoli gruppi (clicca qui).

«Ripartiamo insieme», le linee guida dell’Ucd per la ripresa della catechesi

Pubblichiamo in allegato alcune indicazioni iniziali preparate dall’ufficio Catechistico diocesano, diretto da don Jourdan Pinheiro, allo scopo di accompagnare e sostenere le comunità parrocchiali in questo momento di transizione in vista dell’avvio delle attività di catechesi.
Sono linee comuni elaborate dall’equipe UCD e sottoposte al Vicario episcopale per la Pastorale.
«Vogliamo RICOMINCIARE – si legge nel testo – con il ritmo del discepolo, senza la tentazione di passare avanti, di bruciare le tappe e senza la pretesa di avere uno sguardo onnicomprensivo su tutta la realtà, con tutte le risposte certe e le decisioni confezionate per ogni nuova situazione che si presenterà nei prossimi mesi».
Inoltre, Il 25 settembre dalle 17,30 alle 20,00 sarà possibile seguire il Convegno nazionale sulle linee comuni “Ripartiamo insieme”, sui canali della Conferenza episcopale italiana.

In allegato, insieme alle “Indicazioni per ricominciare”, vi sono anche tre schede utili per le attività di catechesi:

  • l’adesione dei bambini e ragazzi con tanto di informativa della privacy;
  • il Patto di responsabilità tra i genitori e la parrocchia
  • L’impegno dei catechisti e accompagnatori (di giovani, adulti, catecumeni, famiglie…).

«In memoria di don Dante»

Sabato 26 e domenica 27 settembre, a Viterbo, è in programma “In memoria di Don Dante”, nel primo anniversario della morte di monsignor Dante Bernini, già vescovo di Albano, avvenuta la mattina di venerdì 27 settembre 2019, all’età di 97 anni.
Sabato 26 settembre, alle 16,30 in piazza della Pace, si svolgeranno la cerimonia di intitolazione dei giardinetti a don Dante, e la benedizione della stele commemorativa, alla presenza del vescovo di Viterbo, Lino Fumagalli, e del sindaco Giovanni Arena. A seguire nella Basilica di Santa Maria della Quercia, ci sarà la presentazione del libro “Don Dante Padre e Maestro”.
Domenica 27 settembre, alle 10,30 la Messa nella Basilica viterbese di Santa Maria della Quercia sarà presieduta da monsignor Marcello Semeraro, vescovo di Albano, nel primo anniversario della morte.

 

Lettera del vescovo per l’avvio delle attività pastorali

In seguito alla pubblicazione, da parte della Cei, delle “Linee orientative per la ripresa dei percorsi educativi per minori”, il vescovo Marcello Semeraro ha autorizzato la ripresa delle diverse attività pastorali, comunicandolo con una lettera al presbiterio diocesano. Il documento, inoltre, fornisce una serie di indicazioni circa l’adozione di misure di prevenzione per evitare il contagio da Covid-19, e dispone che in tutte le parrocchie della diocesi di Albano l’inizio dell’anno catechistico sia fissato nella prima domenica di Avvento, e che il suo svolgimento seguirà l’andamento dell’anno liturgico per concludersi nella solennità di Cristo Re, Signore dell’Universo. 
«È giunto il momento – scrive Semeraro – di riavviare col dovuto buon senso tutte le altre attività pastorali. Fissare la data di inizio del nuovo anno catechistico con l’avvio dell’anno liturgico ci permette, inoltre, di distinguere il tempo della catechesi dei fanciulli dal tempo della scuola e pure di non gravare sui genitori, già preoccupati per i complicato avvio dell’anno scolastico».
In allegato, la lettera del vescovo al presbiterio diocesano.

Lettera al presbiterio diocesano

Con una lettera al presbiterio diocesano, firmata nel giorno in cui la Liturgia fa memoria di san Gregorio Magno, il vescovo Marcello Semeraro ha reso noti alcuni avvicendamenti pastorali e nuovi incarichi nel clero della diocesi di Albano.
«La fraternità sacramentale nel presbiterio – ha scritto il vescovo Semeraro – e le necessità varie della Chiesa particolare sono i due criteri che permettono a ciascuno di vivere il proprio servizio non come un mestiere, ma come un ministero».
In allegato, la lettera al presbiterio diocesano e il documento con le nuove missioni e i nuovi incarichi pastorali.

Il calendario della formazione permanente del clero nell’anno pastorale

È stato ufficializzato il calendario delle iniziative diocesane comuni per la formazione permanente del presbiterio della Chiesa di Albano, nell’Anno Pastorale 2020/2021.
Il primo appuntamento è in corso di svolgimento con le Giornate residenziali presso la Fraterna Domus di Sacrofano (in due turni, tra agosto e settembre).
Il calendario, come per gli anni precedenti, prevede periodi di esercizi spirituali e giornate di ritiro mensile (affidate quest’anno a padre Gaetano Piccolo Sj su “Gli affetti nella vita spirituale” e dom Francesco De Feo Osb su “La preghiera del cuore”), la celebrazione delle giornate sacerdotali (27 settembre, in avvio dell’Anno pastorale, e poi il 1 aprile, Giovedì Santo, e il 10 giugno 2021), gli incontri di aggiornamento teologico con monsignor Maurizio Barba sulla nuova edizione italiana del Messale Romano, i laboratori pastorali e la formazione per i giovani sacerdoti (entro il 10° anno di ordinazione) e i nuovi parroci.
In allegato, il calendario completo della formazione.

Monastero invisibile: settembre 2020

Nel mese di settembre la preghiera del Monastero invisibile vuole essere una riflessione su come ciascuno risponde alla chiamata del Signore, se si ha a cuore come lui non solo la vigna, ma chiunque condivide il cammino e la fatica del lavoro. L’intenzione particolare di questo mese è, allora, per ognuno affinché possa ricevere dallo Spirito il quotidiano coraggio della risposta.

Formazione del clero e rinnovamento pastorale

Si è svolto dal 24 al 28 agosto, presso la Fraterna Domus di Sacrofano, il primo turno delle settimane residenziali di aggiornamento per il vescovo e i sacerdoti del presbiterio diocesano: un appuntamento fisso a inizio del nuovo anno pastorale, inserito nel calendario della formazione permanente del clero. Il secondo turno, nel medesimo posto, si svolgerà dal 7 all’11 settembre.
L’obiettivo della formazione, in continuità con il progetto pastorale diocesano, è proseguire la riflessione avviata negli incontri vicariali, tenuti nelle scorse settimane, dal vescovo Marcello Semeraro con i sacerdoti della diocesi, indirizzandola verso scelte condivise di rinnovamento pastorale che tengano conto dell’attuale situazione.
L’introduzione dei lavori, in entrambe le settimane, è a cura dello stesso vescovo Semeraro, così come le mattinate di ritiro spirituale. Ad accompagnare la riflessione sono stati chiamati fra Paolo Benanti Tor, teologo, per aiutare i sacerdoti a comprendere meglio il valore e il significato dei mezzi di comunicazione e il loro utilizzo in chiave pastorale, e due formatori del Centro Studi Missione Emmaus: Fabrizio Carletti (già relatore nella terza serata del Convegno diocesano 2019) e Stefano Bucci, attraverso incontri in stile laboratoriale sul rinnovamento pastorale in situazione di emergenza sanitaria.