Author: giovannisalsano

Emergenza Covid-19, istituito un servizio di ascolto e supporto psicologico

Con un apposito decreto, il vescovo Marcello Semeraro ha istituito il servizio “Ti ascolto…”, con le finalità di ascolto e sostegno psicologico a persone che svolgono professioni in situazioni di rischio, o in condizioni emotivamente pesanti ed anche a persone che sentono la necessità di un supporto sia psicologico, sia spirituale per vivere questo tempo di forte cambiamento, legato alla situazione di emergenza nazionale legata al diffondersi del Covid-19. Clicca qui per leggere il decreto.
Il vescovo ha nominato coordinatrice del servizio suor Laura Oliveri, che opererà anche d’intesa con il direttore della Caritas diocesana, don Gabriele D’Annibale.
Il servizio sarà attivo da lunedì 30 marzo 2020.
Scarica qui la locandina in formato jpeg.

Descrizione del servizio “Ti ascolto…”
In questo tempo difficile in cui siamo bombardati da notizie di contagi e di morti, in questo tempo segnato dall’esperienza inedita ed improvvisa della nostra vulnerabilità, in questo tempo in cui nel cuore, magari senza accorgercene, sperimentiamo ansia e paura ed emergono con una forza nuova domande profonde, la diocesi di Albano vuole offrire un servizio di ascolto e di sostegno psicologico e/o spirituale:
– a chi sta svolgendo, in situazione di rischio o in condizione emotivamente pesante, una professione che ora è indispensabile alla nostra sopravvivenza;
– a chi sente il bisogno di un supporto psicologico perché sta vivendo questo momento di emergenza con difficoltà;
a chi sente il desiderio di condividere come sta cambiando la sua vita in questa circostanza;
– a chi sente il bisogno di un dialogo spirituale e la necessità di un confronto nella fede.
Il servizio è attivo attraverso
– il numero telefonico di rete fissa 06 83950410 dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12.00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00,
– l’indirizzo di posta elettronica tiascolto@diocesidialbano.it (specificare un nome e numero telefonico a cui essere richiamati).
In base al tipo di necessità rappresentata, verrà offerto un ascolto psicologico e/o spirituale da un gruppo di persone (sacerdoti, religiose e laici) con competenza ed esperienza nell’ambito dell’accompagnamento. Oppure verranno indicati altri Servizi che potranno rispondere più adeguatamente alla richiesta.

Il 25 e il 27 marzo i cattolici in preghiera con il Santo Padre

Al termine della preghiera dell’Angelus di domenica 22 marzo, papa Francesco ha invitato i cattolici di tutto il mondo, in questo tempo di emergenza per l’umanità, a unirsi spiritualmente in preghiera con lui.
Mercoledì 25 marzo alle 12 con i Capi delle Chiese e i leader di tutte le comunità cristiane, insieme a tutti i cristiani delle varie confessioni (Clicca qui per la comunicazione della Segreteria Generale della Cei e qui per la locandina) e venerdì 27 marzo alle 18 con tutti i cattolici del mondo.
La preghiera del Santo Padre potrà essere seguita in diretta tramite i media VaticanNews e Tv2000 e si concluderà con la Benedizione eucaristica che sarà impartita “Urbi et orbi” attraverso i mezzi di comunicazione.
A tutti coloro che si uniranno spiritualmente a questo momento di preghiera tramite i media sarà concessa l’indulgenza plenaria secondo le condizioni previste dal recente decreto della Penitenzieria Apostolica.
«Venerdì prossimo 27 marzo, alle ore 18 – ha detto il Papa – presiederò un momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro, con la piazza vuota. Fin d’ora invito tutti a partecipare spiritualmente attraverso i mezzi di comunicazione. Ascolteremo la Parola di Dio, eleveremo la nostra supplica, adoreremo il Santissimo Sacramento, con il quale al termine darò la Benedizione Urbi et Orbi, a cui sarà annessa la possibilità di ricevere l’indulgenza plenaria.
Alla pandemia del virus vogliamo rispondere con la universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza. Rimaniamo uniti. Facciamo sentire la nostra vicinanza alle persone più sole e più provate. La nostra vicinanza ai medici, agli operatori sanitari, infermieri e infermiere, volontari… La nostra vicinanza alle autorità che devono prendere misure dure, ma per il bene nostro. La nostra vicinanza ai poliziotti, ai soldati che sulla strada cercano di mantenere sempre l’ordine, perché si compiano le cose che il governo chiede di fare per il bene di tutti noi. Vicinanza a tutti».

Il dono di grazia dell’indulgenza

Con un Decreto del 19 marzo 2020 la Penitenzieria Apostolica ha concesso il dono di speciali Indulgenze ai fedeli affetti dal morbo Covid-19, nonché agli operatori sanitari, ai familiari e a tutti coloro che a qualsivoglia titolo, anche con la preghiera, si prendono cura di essi.
Per aiutare nella comprensione del dono dell’Indulgenza, pubblichiamo in allegato,  in forma ridotta e preceduta da una premessa, una nota pastorale emanata il 21 febbraio 1999 dal nostro Vescovo Marcello nella prossimità del Grande Giubileo del 2000 e scritta per la Diocesi di Oria all’epoca del suo episcopato in quella Chiesa particolare.

Emergenza Covid-19, gli interventi della CEI – Completo (Aggiornato al 22/03/20)

Raccogliamo in questa news gli interventi della Conferenza episcopale italiana emanati nel periodo dell’emergenza legata alla diffusione dei contagi da Covid-19.

22/03/2020 Celebrare in famiglia il giorno del Signore
Pubblichiamo in allegato un sussidio a cura dell’Ufficio Liturgico Nazionale della Cei, dal titolo “Celebrare in famiglia il giorno del Signore”, relativo alla quarta domenica di Quaresima, con uno schema «per un momento di celebrazione da vivere in famiglia in comunione con tutta la Chiesa».
Ogni domenica verrà proposta una scheda per la preghiera e la riflessione personale o familiare in sintonia con la liturgia del giorno e saranno inoltre offerti altri testi per la preghiera.
Clicca qui per l’allegato.

20/03/2020 Venerdì 27 marzo sarà il “Venerdì della Misericordia”
Su proposta della Conferenza episcopale italiana, venerdì 27 marzo sarà il “Venerdì della Misericordia”: i vescovi che ne avranno la possibilità, si recheranno da soli in un cimitero della propria diocesi per un momento di raccoglimento, veglia di preghiera e benedizione. L’intenzione è quella di affidare alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia, nonché di esprimere anche in questo modo la vicinanza della Chiesa a quanti sono nel pianto e nel dolore.
Clicca qui per l’allegato comunicato della Presidenza della Cei

19/03/2020 Il gusto della buona notizia nel periodo dell’emergenza
La Consulta dell’Ufficio Catechistico Nazionale della Conferenza episcopale italiana ha scritto una lettera per esprimere vicinanza e sostegno a tutti i catechisti, animatori e operatori pastorali, chiamati a vivere l’annuncio del Vangelo in questo periodo dell’emergenza.
«Come testimoni del Vangelo – si legge nella lettera – nel mondo siamo chiamati a dimostrare che in tempi eccezionali le persone speciali si manifestano facendo cose normali, come il rispetto accurato delle regole che riguardano tutti. Tuttavia, come credenti e annunciatori, possiamo e dobbiamo vivere questo ordinario con un di più di senso evangelico, che possiamo provare a tradurre con tre parole: essenzial­ità, interiorità e comunità».
Clicca qui per l’allegato

18/03/2020 AGGIORNATO – Il 19 marzo, la Chiesa in preghiera per il Paese
Aggiornamento del 18/03/2020 – Papa Francesco sostiene l’iniziativa della Chiesa italiana “In preghiera per il paese”, con un appello a partecipare alla recita del Rosario giovedì 19 marzo, festa di San Giuseppe (e nell’anno del 150° anniversario della proclamazione di San Giuseppe quale patrono della Chiesa universale, ad opera di Pio IX), alle ore 21.
Clicca qui per il comunicato stampa della Cei con le parole di papa Francesco.
Per giovedì 19 marzo, festa di San Giuseppe, Custode della Santa Famiglia, la Chiesa italiana promuove un momento di preghiera per tutto il Paese, invitando ogni famiglia, ogni fedele, ogni comunità religiosa a recitare in casa il Rosario (Misteri della luce), simbolicamente uniti alla stessa ora: alle 21.
Alle finestre delle case si propone di esporre un piccolo drappo bianco o una candela accesa.
L’emittente TV2000 offrirà la possibilità di condividere la preghiera in diretta.
Disponibile qui un sussidio preparato dalla Cei per vivere questo speciale momento di preghiera.

17/03/2020 Nota della Cei per la celebrazione dei Sacramenti nel periodo dell’emergenza
Con una nota della Segreteria Generale emanata il 17 marzo, la Conferenza episcopale italiana offre ai sacerdoti «Un aiuto pratico per vivere il ministero ordinato, con opportuno zelo nel servizio ai fedeli e con senso di responsabilità verso di loro e verso se stessi, nella certezza di compiere i gesti sacramentali nelle modalità rituali che le circostanze straordinarie consentono». In allegato il documento della Segreteria Generale della Cei “Suggerimenti per la celebrazione dei sacramenti in tempo di emergenza Covid-19”.
Clicca qui per l’allegato.

16/03/2020 «Ci sta a cuore», una riflessione della Cei sull’emergenza
Sul tema “Ci sta a cuore”, la Chiesa italiana offre una prima riflessione sull’emergenza sanitaria e la pastorale del lavoro, che pubblichiamo in allegato. «I sacrifici di questi giorni – scrivono i vescovi italiani – sono in nome dei più fragili, che rischiano la vita: scelta sacrosanta, perché la persona umana è al centro della Dottrina sociale della Chiesa. Eppure, passata la bufera, è prevedibile immaginare che per molti nulla sarà come prima. La Chiesa italiana si sente coinvolta. Con la rete delle Diocesi e delle parrocchie si impegna a non tirarsi indietro di fronte alle domande più laceranti che attraversano la vita di molti fedeli».
Clicca qui per l’allegato.

15/03/2020 AGGIORNATO – L’offerta dei media cattolici a sostegno del cammino spirituale
Aggiornamento del 15/03/2020 – Dal 16 al 20 marzo su Tv2000 gli esercizi spirituali guidati da don Armando Matteo.
A fronte di un Paese chiuso in casa diventa ancor più prezioso il servizio dei media cattolici. Le redazioni stanno lavorando per assicurare un’offerta di qualità, che non aumenti ansie e paure, ma offra una gerarchia all’interno del flusso di notizie, chiavi di lettura alla luce della fede, un sostegno al cammino spirituale.
In allegato, pubblichiamo la scheda preparata dalla Segreteria Generale della Cei, che presenta l’offerta dei media cattolici a sostegno del cammino spirituale in questo tempo emergenziale, con aggiunta dell’offerta del sito internet della Chiesa di Albano.
Clicca qui per l’allegato.
Gli esercizi spirituali del periodo quaresimale, guidati dal teologo don Armando Matteo, in onda su Tv2000 (canale 28, 157 Sky e in streaming https://www.tv2000.it/live/) da lunedì 16 a venerdì 20 marzo alle ore 8 all’interno di “Bel tempo si spera speciale – Tg2000” e alle 17.30 durante il programma “Il diario di Papa Francesco”. Fedeli e telespettatori in questo momento di emergenza e isolamento causato dal coronavirus potranno avere un’ulteriore possibilità di raccoglimento e preghiera attraverso l’emittente della Conferenza episcopale italiana”. Lo comunica Tv2000 in una nota. «Dopo aver arricchito il nostro palinsesto con le messe in diretta del Papa la mattina alle 7 e alle 19 dal Santuario del Divino Amore – spiega il direttore di Tv2000, Vincenzo Morgante – abbiamo incrementato la nostra offerta televisiva con gli esercizi spirituali cui molti sono stati costretti a rinunciare. La Quaresima e la Pasqua sono momenti centrali nella vita di ciascun credente. Migliaia e migliaia di telespettatori ci stanno ringraziando per il servizio che stiamo rendendo alla Chiesa e al Paese. Ci dicono che con Tv2000 non si sentono soli e questo ci ha spinti, con senso di responsabilità, a restare sempre più vicini alle tante persone che ci seguono da casa. Crediamo e ribadiamo con forza – aggiunge il direttore Morgante – che anche questo faccia parte di un buon servizio pubblico da offrire ai cittadini».

12/03/2020 Celebrare e pregare in tempo di epidemia
Pubblichiamo in allegato un sussidio a cura dell’Ufficio Liturgico Nazionale della Cei, dal titolo “Celebrare e pregare in tempo di epidemia”, relativo alla terza domenica di Quaresima, per «favorire un ascolto orante della parola di Dio, condotti per mano dalla liturgia della Chiesa e dal cammino dell’Anno liturgico».
Ogni domenica verrà proposta una scheda per la preghiera e la riflessione personale o familiare in sintonia con la liturgia del giorno e saranno inoltre offerti altri testi per la preghiera.
Clicca qui per l’allegato.

Aggiornamento 12/03/2020 – Emergenza “Coronavirus”: la posizione della Cei
AGGIORNAMENTO AL 12 MARZO – In allegato pubblichiamo la lettera della Presidenza della Cei “Una chiesa di terra e di cielo” che, dopo aver ribadito la presenza nella Chiesa, in questo periodo di emergenza sanitaria, apre alla possibilità di tenere chiuse le chiese «Non perché lo Stato ce lo imponga, ma per un senso di appartenenza alla famiglia umana, esposta a un virus di cui ancora non conosciamo la natura né la propagazione».
Clicca qui per l’allegato.
Resta pubblicato in allegato anche il comunicato della Conferenza episcopale italiana diramato nel pomeriggio di domenica 8 marzo 2020.
Il documento, come evidente, conferma le disposizioni date dal vescovo di Albano, Marcello Semeraro, nella sua notificazione pubblicata e diffusa nella prima mattina di domenica 8 marzo.
Clicca qui per l’allegato.

Chiusura degli uffici della curia diocesana fino al 3 aprile

Prendendo atto del provvedimento del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo, il vescovo Marcello Semeraro ha disposto la chiusura degli Uffici della Curia diocesana fino al prossimo 3 aprile (compreso)
In questo periodo, l’accesso alla Cancelleria è disposto previo appuntamento concordato dal Parroco o dal sacerdote con il Cancelliere per il ritiro di eventuali documenti o questioni che meritano attenzione e urgenza.
Si può procedere via mail , usando sempre la mail istituzionale (cancelleria@diocesidialbano.it) o la pec della Cancelleria (cancelleria@pec.diocesidialbano.it) per
– inviare la scansione dell’istruttoria o della documentazione necessaria ad ottenere la eventuale dispensa e licenza.
Si riceverà via mail il Nihil Obstat o la licenza. Telefonicamente sarà possibile fornire chiarimenti.
– inviare la scansione  di eventuali richieste di cancellazione dai registri dei battesimi (perchè nella richiesta ci sono scadenze da rispettare);
–  inviare via mail la richiesta per adempimenti che riguardano il rilascio di certificazioni
e eventuali inserimenti \ trasferimenti nel Sostentamento del Clero. In questo periodo via mail
sarà recapitato il modello PO1 (provvedimento ordinario diocesano) che potrà essere firmato e restituito via mail.
Su appuntamento si procede pure per il rilascio dell’eventuale Nulla Osta su visti di ingresso e eventuali rinnovi di permesso di soggiorno.
Anche il Tribunale Diocesano riaprirà il 6 aprile, quindi per eventuali consulenze sarà possibile dopo quella data fissare l’appuntamento.

“Caro Gesù. Insieme ai bambini”, la catechesi su TV2000

Inizia lunedì 23 marzo sull’emittente TV2000 (Canale 28, sulla piattaforma Sky Canale 157 e su Tivùsat canale 18, visibile in streaming anche su questo sito), alle 12.20 dopo il telegiornale, e nel corso del programma “Il diario di Papa Francesco” alle 17.30, il programma “Caro Gesù. Insieme ai bambini”: una striscia quotidiana di catechismo dedicata a bambini e ragazzi dagli 8 ai 12 anni.
Dal lunedì al sabato, la catechista della diocesi di Albano Cecilia Falcetti, che svolge il suo servizio nella parrocchia Assunzione della Beata Vergine Maria, a Lido dei pini, risponde alle domande che i telespettatori più piccoli le rivolgono attraverso brevi clip da loro realizzate e che costituiscono il punto di partenza per le riflessioni della catechista. In ogni incontro, della durata di dodici minuti, si affronta un tema centrato su una parola chiave: la noia, la tristezza, la paura, l’amicizia, il tempo.
«Ci sembrava giusto – afferma il Direttore di TV2000 Vincenzo Morgante – offrire questo servizio, in collaborazione con l’Ufficio Catechistico della Cei, alle bambine e ai bambini che hanno dovuto interrompere, per l’emergenza coronavirus, il loro percorso di preparazione alla prima comunione e alla cresima. Non è un’iniziativa che può certo sostituire il lavoro straordinario che nelle parrocchie italiane svolgono, durante l’anno, migliaia di bravissimi catechisti, ma un supporto, attraverso lo strumento televisivo, in una condizione eccezionale. Speriamo – aggiunge Morgante – che sia utile e gradito».
La programmazione di TV2000 dedicata ai più piccoli prosegue alle 12.35, fino al 28 marzo, con la fiction “Cuore” di Luigi Comencini e liberamente tratta dall’omonimo romanzo di Edmondo De Amicis e poi, alla stessa ora dal 30 marzo al 3 aprile, con “Le avventure di Pinocchio”, sempre di Comencini. Dal 4 all’8 aprile andrà invece in onda “Anna dai capelli rossi”, miniserie televisiva canadese diretta da Kevin Sullivan e basata sul romanzo omonimo di Lucy Maud Montgomery.

Vedere il mondo con gli occhi della fede

Sul vangelo della Quarta Domenica Quaresima, tratto dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 9,1-41), il nostro vescovo Marcello ha condiviso un suo pensiero omiletico per aiutare la comunione nella Chiesa di Albano. La riflessione può essere di spunto per le omelie dei sacerdoti che celebrano la Messa, e la diffondono in streaming, e può essere diffusa ai fedeli della diocesi attraverso i canali social delle parrocchie e le chat di gruppo.
L’audio del messaggio è disponibile qui.

Lettere del Vescovo nel tempo dell’emergenza

Aggiornato al 24/03/2020 – Racchiudiamo in questa sezione le lettere – al clero diocesano e ai fedeli – che il vescovo Marcello Semeraro ha scritto nel tempo di emergenza per l’epidemia di Covid-19.

Lettera del Vicario Generale al presbiterio del 24/03/2020
Il Vicario Generale, monsignor Franco Marando ha scritto ai sacerdoti del presbiterio diocesano una lettera riguardo il rispetto di alcune indicazioni e attenzioni prescritte per questo tempo di particolare emergenza.
Clicca qui per il documento.

Lettera ai Catecumeni del 22/03/2020
Nella quarta domenica di Quaresima, il vescovo Marcello Semeraro si è rivolto ai tredici Catecumeni eletti della diocesi di Albano, scrivendo loro una lettera (clicca qui per il documento) per dimostrare loro vicinanza e preghiera, in questo periodo di emergenza. «Tra il Battesimo e l’Eucaristia – ha scritto Semeraro – c’è un rapporto scambievole. Desiderando, perciò, ciascuno di voi il Battesimo, con ciò stesso egli desidera pure l’Eucaristia. Per questo vostro sincero desiderio, siatene certi, Gesù si mette accanto a voi, sostiene il vostro cammino verso di Lui e attende anch’Egli d’incontrarvi nei Sacramenti che saranno celebrati nella Veglia di Pentecoste. Tutta la Chiesa di Albano si stringe a voi. Intanto, nel cuore di ciascuno lo Spirito Santo fa nascere il sospiro più bello: rivolgersi a Dio chiamandolo Padre».
La celebrazione dei Sacramenti ai Catecumeni eletti, inizialmente prevista nella notte di Pasqua, è stata rinviata alla vigilia di Pentecoste.

Lettera al presbiterio della diocesi di Albano del 20/03/2020
Il vescovo Marcello Semeraro ha inviato una nuova lettera ai sacerdoti del presbiterio diocesano (Clicca qui per il documento) dopo aver ricevuto dalla Asl Roma 6 i dati aggiornati al 20 marzo sulla situazione dei contagiati da Covid-19 sul territorio diocesano. Il vescovo ha invitato i sacerdoti a pregare per i preti deceduti per l’epidemia in Nord Italia e a continuare ad annunciare alla gente «che il Signore è Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e fedeltà».

Lettera al clero in un tempo di emergenza del 19/03/2020
La lettera con cui il vescovo si è rivolto ai sacerdoti del presbiterio diocesano, riservando loro uno speciale pensiero e una parola appropriata in questo tempo di emergenza (clicca qui per il documento). 
In particolare, il vescovo si è soffermato su tre punti: il senso che ha, per i sacerdoti, la celebrazione di una Messa senza un’assemblea di fedeli; il valore, nell’attuale difficile situazione, di quella che abitualmente è chiamata comunione spirituale e da ultimo, il significato dell’espressione digiuno eucaristico.

Indicazioni diocesane per gli eletti del 19/03/2020
Con una lettera indirizzata al direttore dell’Ufficio Catechistico Diocesano, don Jourdan Pinheiro (Clicca qui per il documento), il vescovo Marcello Semeraro ha indicato le norme straordinarie per lo svolgimento dell’itinerario catecumenale per i giovani e adulti eletti.
Tali indicazioni, che tengono conto degli orientamenti presentati dal Servizio per il Catecumenato dell’Ufficio Catechistico Nazionale, sono indirizzate al Servizio diocesano per il Catecumenato, ai parroci e agli accompagnatori dei giovani e adulti eletti, per sostenere il loro cammino verso la celebrazione dei Sacramenti dell’Iniziazione cristiana in questo periodo di emergenza sanitaria.

Lettera ai fedeli della Diocesi di Albano del 10/03/2020
Il vescovo di Albano, Marcello Semeraro ha scritto una lettera ai fedeli della diocesi di Albano (clicca qui per il documento), in occasione delle nuove disposizioni del Governo italiano in materia di contrasto al contagio da Covid-19. Sono quattro le indicazioni pastorali che Semeraro rivolge alle parrocchie della diocesi: vivere la preghiera, la carità e il digiuno; tessere il filo delle comunità; vivere la prossimità e chiedere il dono della creatività, in modo che questo tempo di Quaresima – e di “enorme responsabilità” (come definito dalla Cei nel suo comunicato del 10/03/2020, disponibile qui) – sia vissuto come occasione di preghiera e di possibilità di operare il bene verso tutti.