Evidenza

In preghiera per l’incontro ecumenico per la pace in Medio Oriente

Sabato 7 luglio, a Bari, si svolgerà una giornata di preghiera e riflessione sulla situazione del Medio Oriente, promossa da papa Francesco, che vi ha invitato i Patriarchi e i Capi delle Chiese Orientali Cattoliche e Ortodosse. L’incontro si svolgerà nella Basilica di San Nicola, nella cui cripta sono custodite le spoglie del Santo (qui il programma dell’evento).
Sua Santità ha da subito chiesto alle comunità cristiane di accompagnare con la preghiera la preparazione e lo svolgimento di tale significativo evento ecclesiale, mentre la Congregazione per le Chiese Orientali sta predisponendo una serie di testi e preghiere che potrebbero essere utilizzate come materiale per veglie di preghiere, o orazioni da aggiungere al termine delle celebrazioni eucaristiche.
Inoltre, lo stesso dicastero, in collaborazione con Vatican News, sta preparando alcuni brevi videoclip che, attraverso immagini e canti e altri testi, possano essere rilanciati sulle piattaforme digitali delle diocesi.

Visita a sorpresa di Papa Francesco per il compleanno del vescovo Marcello

Nel giorno del suo compleanno, venerdì 22 dicembre, il vescovo di Albano Marcello Semeraro ha ricevuto un dono prezioso e inatteso. Un augurio di cuore, segno di vicinanza e amicizia, è arrivato con la visita a sorpresa di papa Francesco, che ha condiviso il tradizionale pranzo di Natale nel seminario di Albano, con lo stesso vescovo, in occasione del suo settantesimo compleanno, e con i direttori, dipendenti e collaboratori degli uffici di curia, sacerdoti, consacrati, consacrate e seminaristi della Chiesa di Albano. Francesco è entrato improvvisamente nella sala del refettorio, accolto dagli applausi dei presenti.
Visibilmente commosso per il regalo inaspettato, e felice per l’arrivo del Santo Padre, il vescovo Semeraro ha rivolto gli auguri al Pontefice per il suo recente compleanno (17 dicembre) e per l’anniversario del suo Battesimo (25 dicembre). Al termine del pranzo, Francesco ha impartito la sua benedizione e, prima di tornare in Vaticano, ha salutato uno a uno i presenti.
In mattinata il vescovo di Albano aveva celebrato la Messa nella cappella del seminario, nell’ultimo giorno di apertura degli uffici di curia.

Giornata Mondiale dei Poveri, dalla Caritas i sussidi per la preparazione

In preparazione alla I Giornata mondiale dei Poveri, che la Chiesa celebrerà domenica 19 novembre sul tema “Non amiamo a parole ma con i fatti”, la Caritas della Diocesi di Albano, diretta da don Gabriele D’Annibale, propone alcuni testi e sussidi utili per la riflessione nelle comunità parrocchiali.
In allegato sono disponibili un sussidio liturgico, una scheda per la adorazione eucaristica comunitaria, una scheda dedicata all’animazione per i bambini e gli adolescenti, le carte da gioco per “Caritaboo”, il messaggio di Papa Francesco per la Giornata e una scheda con la proposta di tre film utili alla riflessione.

Papa Francesco a Nettuno il prossimo 2 novembre

Nel giorno della Commemorazione dei Defunti, giovedì 2 novembre 2017, il Santo Padre Francesco si recherà in visita al Cimitero Americano di Nettuno, dove celebrerà la Santa Messa per tutti i Caduti delle guerre, alle ore 15,15. Successivamente, intorno alle ore 17.00, farà una sosta al Sacrario delle Fosse Ardeatine, per una preghiera per le Vittime dell’eccidio del 24 marzo 1944.

Discarica di Aprilia, la dichiarazione al Sir del vescovo Semeraro

Interpellato dal Sir (Servizio di Informazione religiosa), il vescovo di Albano Marcello Semeraro ha rilasciato un commento in merito all’operazione della Polizia di Latina che ha portato all’individuazione di una discarica di rifiuti pericolosi ad Aprilia e all’arresto di 22 persone. «Episodi di questo genere – ha detto Semeraro – non lodano Dio, ma lo bestemmiano. Se il mio primo sentimento di vescovo è di esecrazione verso operazioni di tal fatta, l’altro sentimento è di riconoscenza e gratitudine alle Forze dell’ordine e a quanti hanno lavorato al fine di smascherare tali operazioni e così poter avviare i dovuti e necessari provvedimenti sotto i vari profili, anche penali». L’articolo del Sir è consultabile qui.

Definiti alcuni avvicendamenti di sacerdoti alla guida delle comunità parrocchiali

Il vescovo di Albano, Marcello Semeraro ha disposto alcuni avvicendamenti di sacerdoti alla guida di comunità parrocchiali della diocesi. «Avvicendamenti come questi nella cura pastorale di una comunità parrocchiale – sottolinea monsignor Semeraro – non rispondono a logiche burocratiche o meramente di carattere amministrativo. La stessa disposizione della legislazione particolare della Conferenza Episcopale Italiana circa il novennio garantisce in modo sufficiente la stabilità di cui parla il can. 522 del C. I. C. e pur non intendendola come inamovibilità, provvede abbondantemente alla cura animarum. Esistono d’altra parte delle opportunità personali laddove il mutamento del contesto ministeriale è di grande aiuto alla maturazione spirituale della vita del presbitero».
In allegato, pubblichiamo la lettera di monsignor Semeraro.

Discernimento, cuore dell’accompagnare

Si svolgerà nei giorni lunedì 19, martedì 20 e mercoledì 21 giugno, dalle 18:30 alle 21 presso il Centro Mariapoli di Castel Gandolfo, l’annuale convegno pastorale della diocesi di Albano, che avrà come tema “Discernimento, cuore dell’accompagnare”. Come icona biblica è stato scelto il versetto 28 del capitolo 15 del libro degli Atti degli Apostoli: “Abbiamo deciso, lo Spirito santo e noi…”. «Ci ritroveremo – spiega monsignor Gualtiero Isacchi, vicario episcopale per la Pastorale – per continuare la riflessione che da qualche hanno vede la Chiesa di Albano impegnata intorno all’impegno educativo, alla fede e nella fede, delle nuove generazioni. Con il Convegno dello scorso anno si è identificato nell’accompagnare lo stile capace di far emergere il volto adulto delle nostre comunità cristiane. L’accompagnare, per non scadere in forme di allegra compagnia, è sempre caratterizzato da un’opera di valutazione, ascolto, osservazione, confronto. In una parola: di discernimento, che non è da intendere come una novità, un nuovo tema su cui lavorare. Esso, piuttosto, segna il passo consequenziale del cammino che intende far emergere il volto adulto della nostre comunità parrocchiali». Tutti i sacerdoti, i Consigli parrocchiali, i singoli operatori pastorali e le realtà ecclesiali sono invitati a partecipare a questo importante appuntamento che indirizzerà i passi che da settembre prossimo la Chiesa di Albano sarà chiamata a fare sulla strada dell’impegno educativo.
Lunedì 19 sarà il vescovo Marcello Semeraro ad aprire i lavori, introducendo e contestualizzando il tema nel cammino diocesano. Il giorno successivo, Rosanna Virgili, biblista docente di esegesi dell’Antico Testamento presso l’Istituto teologico marchigiano aggregato alla pontificia Università Lateranense, introdurrà il tema “Il Discernimento nella Sacra Scrittura”, mentre mercoledì 21 giugno, padre Antonio Spadaro, direttore della rivista La Civiltà Cattolica (la più antica di tutte le riviste italiane ancora attive, fondata a Napoli da un gruppo di gesuiti italiani nel 1850) affronterà il tema “Discernimento, come fare”.

Pieghevole stampabile programma convegno – 2017

Discernimento, cuore dell’accompagnare

Si svolgerà nei giorni lunedì 19, martedì 20 e mercoledì 21 giugno, dalle 18 alle 21 presso il Centro Mariapoli di Castel Gandolfo, l’annuale convegno pastorale della diocesi di Albano, che avrà come tema “Discernimento, cuore dell’accompagnare”. Come icona biblica è stato scelto il versetto 28 del capitolo 15 del libro degli Atti degli Apostoli: “Abbiamo deciso, lo Spirito santo e noi…”. «Ci ritroveremo – spiega monsignor Gualtiero Isacchi, vicario episcopale per la Pastorale – per continuare la riflessione che da qualche hanno vede la Chiesa di Albano impegnata intorno all’impegno educativo, alla fede e nella fede, delle nuove generazioni. Con il Convegno dello scorso anno si è identificato nell’accompagnare lo stile capace di far emergere il volto adulto delle nostre comunità cristiane. L’accompagnare, per non scadere in forme di allegra compagnia, è sempre caratterizzato da un’opera di valutazione, ascolto, osservazione, confronto. In una parola: di discernimento, che non è da intendere come una novità, un nuovo tema su cui lavorare. Esso, piuttosto, segna il passo consequenziale del cammino che intende far emergere il volto adulto della nostre comunità parrocchiali». Tutti i sacerdoti, i Consigli parrocchiali, i singoli operatori pastorali e le realtà ecclesiali sono invitati a partecipare a questo importante appuntamento che indirizzerà i passi che da settembre prossimo la Chiesa di Albano sarà chiamata a fare sulla strada dell’impegno educativo.
Lunedì 19 sarà il vescovo Marcello Semeraro ad aprire i lavori, introducendo e contestualizzando il tema nel cammino diocesano. Il giorno successivo, Rosanna Virgili, biblista docente di esegesi dell’Antico Testamento presso l’Istituto teologico marchigiano aggregato alla pontificia Università Lateranense, introdurrà il tema “Il Discernimento nella Sacra Scrittura”, mentre mercoledì 21 giugno, padre Antonio Spadaro, direttore della rivista La Civiltà Cattolica (la più antica di tutte le riviste italiane ancora attive, fondata a Napoli da un gruppo di gesuiti italiani nel 1850) affronterà il tema “Discernimento, come fare”.

Settimana della Comunicazione

In occasione della 51ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che la Chiesa celebrerà domenica 28 maggio sul tema scelto da papa Francesco: «”Non temere, perché io sono con te” (Is 43,5). Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo», l’ufficio comunicazioni della diocesi di Albano e la Famiglia Paolina dei Castelli Romani organizzano la Settimana della comunicazione, con tre incontri di formazione e preghiera.
Sabato 20 maggio alle 16,30 nella parrocchia Sant’Eugenio I, papa di Pavona, si svolgerà un incontro con don Antonio Sciortino, direttore emerito di Famiglia Cristiana, sul tema “Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”. Don Sciortino è stato per 17 anni il direttore responsabile di Famiglia Cristiana e attualmente, da poco più di un mese, nuovo direttore dello storico mensile Vita Pastorale, nato nel 1913.
Domenica 21 maggio, nella Cattedrale di San Pancrazio martire, ad Albano, sarà celebrata una preghiera comunitaria animata, con inizio alle 17, sul tema “Attenti e rispettosi della verità e della dignità di ogni persona”, mentre una seconda preghiera animata, sul tema “Superare le incomprensioni e favorire il dialogo”, si terrà anche domenica 28 maggio, ancora in Cattedrale ad Albano, con inizio alle 17.

La Chiesa di Albano celebra il patrono San Pancrazio

Venerdì 12 maggio la Chiesa di Albano sarà in festa, per la ricorrenza del suo patrono (e della città di Albano Laziale), San Pancrazio, martirizzato secondo la tradizione il 12 maggio del 304. Morto all’età di 14 o 15 anni, Pancrazio rimane ancora oggi un vivo esempio di fede salda e testimonianza coraggiosa, caratteristiche che lo hanno fatto amare – a posteriori – dai cristiani di Albano e che hanno indotto nel IX secolo papa Leone III a far dedicare a lui la nuova Cattedrale, ricostruita sul’antica basilica costantiniana dedicata a San Giovanni Battista.
Il programma delle celebrazioni religiose avrà inizio lunedì 8 maggio, con il triduo di preparazione, che prevede in Cattedrale la celebrazione eucaristica alle 18.
Giovedì alla stessa ora sarà invece officiata la Messa solenne della vigilia, mentre venerdì 12 maggio, la Messa delle 18 e la successiva processione per le vie della città con il busto reliquiario del Santo saranno presiedute dal vescovo Marcello Semeraro.
Le celebrazioni eucaristiche sono in calendario anche sabato (alle 18) nel centenario delle apparizioni della Madonna a Fatima, e domenica alle 9, alle 10,30 (con il sacramento della Confermazione agli adolescenti della parrocchia guidata da monsignor Adriano Gibellini), alle 12 e alle 18.
Il programma degli eventi inizierà giovedì sera con “A cena… tutti insieme!” in seminario e proseguirà sabato dalle 16 in piazza Duomo con intrattenimento per bambini e ragazzi, musica in piazza alle 20,30 e spettacolo pirotecnico alle 23.
Al pomeriggio di festa di domenica, infine, seguirà l’estrazione della lotteria alle 20,30.