News attualità

Aperte le iscrizioni per il terzo “Happening degli oratori”

Il Servizio di Pastorale giovanile e Centro oratori della diocesi di Albano, diretto da don Valerio Messina, ha aperto le iscrizioni per la partecipazione alla terza edizione dell’Happening degli Oratori, l’incontro di tutti gli animatori di oratorio, in calendario a Molfetta, in Puglia, dal 4 al 6 settembre prossimi. «Finalmente – ha detto il direttore del Servizio nazionale di Pastorale giovanile, don Michele Falabretti – dopo aver sostato al Nord e al Centro Italia, l’esperienza raggiunge il Sud, in una terra, quella di Puglia, che ha vitalità e vivacità di presenza oratoriana e che ha una tradizione di accoglienza ben nota a tutti». L’iniziativa è rivolta agli animatori dai 15 ai 29 anni, e il programma prevede dal 1 al 4 settembre il gemellaggio con la parrocchia Santa Maria del Popolo a Surbo, nella diocesi di Lecce. Dal 4 al 6 settembre ci si sposterà a Molfetta per l’incontro nazionale. Qui sono previsti talk e testimonianze, incontri di preghiera, laboratori e momenti di festa.
Il costo della settimana, compreso di viaggio in bus, vitto e alloggio è di 150 euro.
Per ulteriori informazioni sul programma definitivo e iscrizioni (entro il 31 luglio) si può contattare il Servizio diocesano di Pastorale giovanile tramite email a giovani@diocesidialbano.it.

Il 30 giugno la Giornata per la Carità del Papa

Domenica 30 giugno la Chiesa italiana celebra la Giornata della carità del Papa, che costituisce una forma concreta di partecipazione ecclesiale e un’occasione per compiere un gesto di fraternità, con il quale ogni fedele può partecipare all’azione a sostegno dei più bisognosi e delle comunità ecclesiali in difficoltà, che si rivolgono alla Sede Apostolica.
Nel corso del suo magistero, più volte papa Francesco ha messo in guardia dalla tentazione di identificare l’elemosina con la semplice moneta offerta in fretta, senza coinvolgimento e ne ha ricondotto il significato alla stessa “misericordia”, spiegando che per essere efficace ha bisogno della partecipazione gioiosa del cuore.
Attraverso questo segno di condivisione, si consente allo sguardo paterno e universale del Papa di arrivare davvero lontano, nelle regioni martoriate dalla violenza e dalla miseria, nelle periferie delle città, a famiglie, malati e poveri, aiutati con estrema discrezione.
Lo scorso anno le diocesi italiane hanno offerto alla Santa Sede oltre 2,1 milioni di euro. L’importo pervenuto alla Santa Sede, a titolo di can.1271 del Codice di Diritto Canonico è stato di 4.025.275,00 euro (di questi, quasi 4milioni sono stati inviati dalla Cei). A questi, occorre aggiungere ulteriori 100mila euro offerti dalla Conferenza episcopale italiana per la Carità del Papa a favore di una specifica destinazione.
Anche per il 2019 i mezzi di comunicazione della Chiesa italiana (Avvenire, Tv2000, la rete radiofonica Inblu e l’agenzia Sir) e delle diocesi – a partire dai settimanali diocesani aderenti alla Fisc – sosterranno l’iniziativa con particolare impegno. Nel mese di giugno, ad esempio, i mensili di Avvenire (Luogghi dell’infinito e Noi famiglia & vita) veicoleranno ai lettori 170mila buste con il pieghevole predisposto dall’Obolo di San Pietro e il relativo bollettino per le offerte. Analoga iniziativa sarà realizzata dai settimanali diocesani della Fisc. Come lo scorso anno, inoltre, Avvenire destinerà l’intero ricavato delle vendite del quotidiano di domenica 30 giugno (al netto di costi diretti sostenuti) alla Carità del Papa, mentre i giovani saranno invitati a organizzare gruppi di diffusione di Avvenire e inviare al giornale esempi e testimonianze di progetti di carità realizzati nelle loro comunità.

Nuovo Direttorio per il Diaconato permanente nella diocesi di Albano

Con la data della Solennità di Pentecoste, il vescovo Marcello Semeraro ha promulgato il Direttorio per il Diaconato permanente nella diocesi di Albano, frutto della riflessione maturata nelle sessioni del Consiglio presbiterale diocesano e del confronto con il delegato vescovile per il Diaconato permanente. Dieci anni dopo l’approvazione del testo normativo per la diocesi, che aveva come obiettivo quello di offrire un quadro organico e stabile per quanto riguarda la formazione e la vita del diaconato permanente, monsignor Semeraro ha ritenuto necessario un aggiornamento, alla luce dell’esperienza maturata e dei mutamenti nel frattempo intervenuti.
Il nuovo testo contiene, per la diocesi di Albano, gli “Orientamenti e le norme per l’ammissione e l’esercizio del diaconato permanente” e sostituisce il testo precedente a partire dalla sua entrata in vigore, prevista per il 28 giugno prossimo, solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù.
In allegato il documento.

“Ungidos para ungir”, pubblicato in lingua spagnola il libro di Francesco, con la prefazione del vescovo Semeraro

Una prefazione del vescovo di Albano, Marcello Semeraro, accompagna l’edizione spagnola del libro di papa Francesco “Ungidos para ungir” (Lev/Romana ed. Città del Vaticano-Madrid 2019), che raccoglie tutte le omelie, compresa quella del 2019, pronunciate da Francesco durante la celebrazione delle messe crismali il Giovedì Santo e rivolte in modo speciale ai sacerdoti per incoraggiarli e sostenerli nel loro ministero.
Il libro in edizione italiana, dal titolo “La nostra fatica è preziosa per Gesù – Omelie crismali 2013/2019” (edizioni Lev) è stato dato in dono dal vescovo Semeraro al presbiterio della diocesi di Albano.

Accoglienza e integrazione, la lettera dei Vescovi del Lazio ai fedeli delle diocesi

Pubblichiamo in allegato la lettera scritta dai Vescovi della Conferenza Episcopale Laziale ai fedeli delle diocesi, sui temi dell’accoglienza, della carità e dell’integrazione, che sarà consegnata nella Domenica di Pentecoste.
«Da certe affermazioni che appaiono essere “di moda” – scrivono i Vescovi della CEL – potrebbero nascere germi di intolleranza e di razzismo che, in quanto discepoli del Risorto, dobbiamo poter respingere con forza. Chi è straniero è come noi, è un altro “noi”: l’altro è un dono. (…) Desideriamo invitarvi a proseguire il nostro cammino di comunità credenti, sia con la preghiera che con atteggiamenti di servizio nella testimonianza di una virtù che ha sempre caratterizzato il nostro Paese: l’accoglienza verso l’altro, soprattutto quando si trovi nel bisogno».

Disposizioni relative al gruppo denominato “Bambino Gesù di Gallinaro” o “Nuova Gerusalemme”

Per mandato della Congregazione per la Dottrina della Fede, monsignor Gerardo Antonazzo, Vescovo di Sora – Cassino – Aquino – Pontecorvo, ha notificato nuovamente ai vescovi delle Diocesi del Lazio, il comunicato del 26 maggio 2016 (che pubblichiamo in allegato), con cui si informano i fedeli circa l’attività del gruppo denominato “Bambino Gesù di Gallinaro” o “Nuova Gerusalemme”, le cui iniziative sono in assoluta opposizione alla dottrina cattolica.
Si rammenta che i fedeli che aderiscono alla suddetta sedicente “chiesa” incorrono ex can. 1364 del Codice di Diritto Canonico nella scomunica latae sententiae per il delitto canonico di scisma.
Il 4 ottobre 2015 questo gruppo si è costituito come sedicente “Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme”. Tale atto, considerato un gravissimo abuso è stato sottoposto all’esame della Congregazione della Dottrina della Fede, competente in materia, la quale richiede che tutti i fedeli siano informati sugli errori dottrinali di tale atto scismatico, e sulle conseguenze disciplinari canoniche che ne derivano.

Moduli e schede di iscrizione per attività estive giovanili in parrocchia

Pubblichiamo in allegato tre moduli che il Servizio di Pastorale giovanile – Centro oratori diocesano propone per le parrocchie, da utilizzare per le iscrizioni dei giovani che prenderanno parte alle attività estive (Grest, Estate ragazzi, Campi estivi), anche come animatori, nel rispetto nelle nuove norme sulla Privacy: un modulo scheda di iscrizione e informativa Privacy per tutti i ragazzi, un modulo scheda di iscrizione e informativa Privacy per gli animatori maggiorenni, un modulo scheda di iscrizione e informativa Privacy per gli animatori minorenni.
Da tali modelli (in formato word) è possibile partire per la preparazione delle schede personalizzate per ciascuna parrocchia.
Si ricorda che tali informative devono assolutamente essere stampate su un’unica pagina (fronte/retro) e conservate con cura in un luogo idoneo, secondo le indicazioni fornite nell’incontro di domenica 26 maggio con tutti gli animatori.

Monastero invisibile: giugno 2019

Nel mese di giugno, la preghiera del Monastero invisibile prepara i fedeli a celebrare la festa della Pentecoste.
In questo mese, inoltre, la preghiera è rivolta anche per tutti gli universitari che si preparano a sostenere gli esami, affinché lo Spirito faccia fiorire nei loro cuori il desiderio di mettere al servizio le proprie conoscenze per annunciare il Regno di Dio e generare Vita.

La Chiesa di Albano si unisce al cordoglio di don Angelo Pennazza

Il vescovo di Albano monsignor Marcello Semeraro e il presbiterio diocesano si stringono attorno a don Angelo Pennazza, parroco della chiesa di San Giuseppe sposo della Beata Maria Vergine, a Pavona, e alla famiglia, per la morte della cara mamma Diana e assicurano preghiere di cordoglio.
Le esequie saranno celebrate martedì 18 giugno, alle ore 15, nella Chiesa della Santissima Trinità in Genzano di Roma.

 

«Creativi per fare. Il discernimento all’opera»

Si svolgerà dal 3 al 5 giugno prossimi, presso il centro Mariapoli di Castel Gandolfo, il convegno pastorale della diocesi di Albano (con orario 18,30-21,30) sul tema “Creativi per fare. Il discernimento all’opera”. Un convegno che ha come obiettivo una spinta ad agire per le comunità parrocchiali, senza proporre le solite cose, magari vestendole a festa, ma indicando una via per fare “cose nuove”. «Dopo due anni di riflessione sul tema del discernimento – spiega monsignor Gualtiero Isacchi, vicario episcopale per la Pastorale – il primo su “cosa è” e il secondo su “come si fa discernimento comunitario”, il passo successivo non può essere che in direzione della decisione di fare. Ora dobbiamo passare dal dire al fare, mettendo in pratica la volontà di Dio riconosciuta dalla comunità attraverso il discernimento. In tutti i vicariati è emerso questo desiderio di concretezza, di individuare strade praticabili ed efficaci che conducano verso il cambiamento». Il titolo del convegno è formato da due parti: “Creativi per fare” è frutto delle considerazioni svolte negli incontri del vescovo con i direttori degli uffici pastorali diocesani: «È arrivato – aggiunge monsignor Isacchi – il momento di agire concretamente, di fare. D’altronde, un discernimento che non diventa azione non può considerarsi tale. Inoltre, occorre fare “cose nuove”: ecco allora la necessità di riscoprire e adottare la creatività come strategia capace di dare corpo ed efficacia a quanto emerge dal discernimento comunitario. La seconda parte del tema, “Il discernimento all’opera”, evidenzia il legame di continuità del passo proposto quest’anno, la creatività, con il percorso pastorale nel quale la diocesi è impegnata da anni. Non si tratta semplicemente di immaginare qualcosa di nuovo e attraente, ma di fare in modo nuovo e attraente ciò che lo Spirito ci ha suggerito nel discernimento». Anche l’icona biblica scelta per il convegno, “Vino nuovo in otri nuovi” (Mt 9,17) è l’invito di Gesù ad andare oltre il “si è sempre fatto così” e rinnovare non solo le idee, ma anche i contenitori, cioè le proposte e le forme dell’agire pastorale. Nella prima serata, lunedì 3 giugno, ci sarà la prolusione del vescovo Marcello Semeraro, mentre martedì 4 giugno interverrà suor Grazia Papola, Orsolina di San Carlo, docente di Introduzione al Pentateuco e Antropologia biblica presso lo Studio teologico e presso l’Issr di Verona, di cui è vicedirettrice. Infine, mercoledì 5 giugno relatore sarà Fabrizio Carletti, formatore in diverse comunità, parrocchie e diocesi, in cui si occupa dell’analisi dei bisogni e dei programmi, del coinvolgimento e della gestione degli operatori, e della pianificazione e organizzazione dei progetti.
La diretta streaming del Convegno pastorale diocesano potrà essere seguita su www.youtube.com/diocesidialbano