News attualità

Esercizi spirituali per il clero diocesano

Sul tema “Celebrare per credere e vivere il ministero”, si svolgeranno da lunedì 18 a fino a venerdì 22 novembre, gli esercizi spirituali per il clero della diocesi di Albano, presso il “Centro Ad Gentes” dei missionari verbiti a Nemi. L’appuntamento, inserito nel calendario della formazione permanente del presbiterio diocesano, sarà incentrato sulle prospettive spirituali e pastorali del Messale romano. A guidare le riflessioni è stato chiamato monsignor Felice Di Molfetta, vescovo emerito della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, già presidente della Commissione episcopale per la Liturgia della Conferenza episcopale italiana.
In allegato, lo schema riassuntivo delle riflessioni proposte.

Incontri di formazione per i ministri straordinari della Comunione eucaristica

Domenica 17 novembre, dalle 9,30 in Seminario ad Albano, si svolgerà il primo di tre incontri per la formazione permanente dei ministri straordinari della Comunione eucaristica, a cura dell’ufficio Liturgico diocesano, diretto da monsignor Adriano Gibellini.
Il tema generale, proposto da don Franco Ponchia, che guiderà le riflessioni, è “L’Eucaristia fonte di libertà” e l’appuntamento di domenica 17 novembre verterà su “La condivisione dei pani (Mt 14, 13-21)”.
I successivi incontri diocesani sono in calendario nel prossimo anno: domenica 26 gennaio (sul tema “Labbra di lode e cuore isolato” – Mt 15, 1-20) e domenica 29 marzo (su “L’uomo e la comunità: santuario di Dio” – Lc 12, 35-48). Tutti si svolgeranno presso il seminario vescovile “Pio XII” di Albano con inizio alle 9,30 con la preghiera liturgica dell’ora Terza, cui seguirà la meditazione guidata da don Franco Ponchia, e si concluderanno con la celebrazione eucaristica.

«La giustizia dell’incontro», venerdì 15 novembre il convegno in Seminario

È in programma venerdì 15 novembre, con inizio alle 16,30 presso il teatro del seminario vescovile “Pio XII” di Albano, il convegno “La giustizia dell’incontro. Prospettive e pratiche riparative oggi”, a cura delle Caritas diocesane di Albano e Velletri-Segni e dell’associazione “Vol.A.Re. onlus” (Volontari assistenza reclusi), che da anni opera all’interno della casa circondariale di Velletri. I lavori saranno introdotti dal vescovo di Albano, Marcello Semeraro, cui seguiranno gli interventi di Sara Bianchini professore di Filosofia moderna all’Università Gregoriana di Roma e collaboratrice della Caritas diocesana di Velletri-Segni, sul tema “Cos’è la giustizia riparativa”, di Filippo Vannoncini membro e cofondatore del Centro di giustizia riparativa di Bergamo, sul tema “La giustizia riparativa come approccio possibile e sostenibile al male” e di Giorgio Innocenti, membro della Caritas diocesana di Velletri-Segni sul tema “L’impegno delle Caritas locali e di Vol.A.Re.: prospettive riparative”. «Il convegno, a ingresso libero – spiega Carlo Condorelli, presidente di Vol.A.Re. e coordinatore degli interventi – è tra gli impegni presi nel documento “Per l’inclusione delle persone detenute” sottoscritto dalle due Caritas diocesane, insieme alla nostra onlus. È rivolto a tutti i cittadini interessati a una nuova prospettiva nella risoluzione dei conflitti in sede penale e civile e generatrice di pace e giustizia, con particolare attenzione a docenti ed educatori».

La forza del desiderio, il primo Quaderno di formazione per educatori

Il Servizio di Pastorale giovanile della diocesi di Albano ha realizzato il primo Quaderno di formazione per educatori 2019-2020, dal titolo “La forza del desiderio” (edizioni MiterThev), dedicato agli animatori ed educatori delle parrocchie della diocesi.
«Il Quaderno – spiega don Valerio Messina, direttore del Servizio diocesano di Pastorale giovanile e del Centro oratori diocesano – nasce dall’esperienza annuale del convegno di Pastorale giovanile e si pone l’obiettivo di essere non solo la raccolta degli atti degli interventi fatti durante gli incontri, ma anche un’opportunità di formazione personale permanente per gli educatori». Il testo si compone di due parti: nella prima sono riportati gli atti del Convegno diocesano di Pastorale giovanile del 2019 (proprio sul tema “La forza del desiderio”), mentre nella seconda parte sono proposti degli itinerari e delle letture per effettuare una verifica personale sul discernimento. «I temi proposti – aggiunge don Valerio Messina – sono in continuità con gli stimoli che, di anno in anno, vengono forniti dal vescovo Semeraro durante il convegno diocesano. A tal proposito questo lavoro intende porsi l’obiettivo di favorire una sinodalità tra le varie parti della nostra chiesa diocesana che insieme cammina seguendo un itinerario comune verso una tanto aspirata unità di cuori e di intenti. Il tema proposto quest’anno è stato il desiderio, come bussola che orienta il nostro discernimento personale e comunitario».
Per richiedere le copie occorre inviare una email a giovani@diocesidialbano.it

Mattinate di formazione per i parroci di nuova nomina

Dall’11 al 15 novembre, in seminario ad Albano, si svolgeranno cinque mattinate di studio riservate ai nuovi parroci (sacerdoti di nuova o recente nomina a Parroco o Amministratore parrocchiale), organizzate dalla diocesi di Albano organizza alcune su temi pratici e utili per lo svolgimento del proprio ministero di pastori-amministratori di una comunità parrocchiale.
Gli incontri si terranno secondo il programma allegato. Il pranzo, per chi lo desidera, verrà offerto dal Seminario. I sacerdoti interessati a questa formazione verranno contattati direttamente dalla Curia. Altri sacerdoti che volessero partecipare agli incontri (anche solo ad una delle diverse tematiche affrontate) possono farlo prendendo contatto con il vicario per la Pastorale, monsignor Gualtiero Isacchi.

Pellegrinaggio degli universitari e accoglienza delle matricole

Sono aperte nella diocesi di Albano le iscrizioni al XVII pellegrinaggio degli universitari e accoglienza delle matricole, organizzato dal Servizio per la cultura e l’università della Pastorale universitaria di Roma, per il 16 novembre a Siena. Il tema scelto è “Sogna in grande!”, tratto dal discorso di papa Francesco al mondo universitario durante l’incontro in piazza San Domenico a Bologna nell’ottobre 2017.
Il 16 novembre, la partenza è prevista alle 7 da Piazza Mazzini, ad Albano: la quota di partecipazione è di 10 euro e comprende viaggio e sacca del pellegrino con materiale. Il pranzo è al sacco. Per informazioni e iscrizioni, si può contattare la Pastorale universitaria: don Nicola Riva 3497614154 e universitari@diocesidialbano.it.

Messa in suffragio di monsignor Dante Bernini

Nel trigesimo della morte di monsignor Dante Bernini, la Chiesa di Albano si riunisce in preghiera per una Messa di suffragio. Martedì 29 ottobre, alle 18, il vescovo Marcello Semeraro presiederà la celebrazione liturgica in ricordo del vescovo emerito, morto lo scorso 27 settembre, all’età di 97 anni: un pastore che ha guidato la diocesi di Albano, dando testimonianza di totale dedizione alla Chiesa, in semplicità e mansuetudine.
Tutte le comunità parrocchiali sono invitate a partecipare e nelle parrocchie sarà possibile sospendere la celebrazione eucaristica della sera.
Nato a La Quercia, provincia e diocesi di Viterbo, il 20 aprile 1922 monsignor Dante Bernini è stato ordinato sacerdote il 12 agosto 1945. Eletto alla Chiesa titolare di Assidona il 30 ottobre 1971, ha ricevuto la consacrazione episcopale l’8 dicembre 1971 ed è stato vescovo ausiliare di Albano dal 1971 al 1975. Trasferito nella diocesi di Velletri Segni il 10 luglio 1975, è tornato ad Albano, quale vescovo della Diocesi Suburbicaria l’8 aprile 1982. È divenuto vescovo emerito il 13 novembre 1999. Nel corso del suo episcopato in Albano, ha celebrato un sinodo diocesano, il primo dopo il Concilio Vaticano II: un’esperienza di incontro e dialogo che ha dato un impulso significativo alla pastorale diocesana. Nella diocesi albanense, ha avuto come vescovo ausiliare dal 1993 monsignor Paolo Gillet.

 

Sinodo per l’Amazzonia, Semeraro: «Sull’ambiente, la Chiesa dialoghi coi giovani»

Domenica 6 ottobre sono iniziati i lavori dell’Assemblea speciale del Sinodo dei Vescovi per la regione Pan-Amazzonica, convocata da papa Francesco.
Lunedì 7 ottobre in aula è intervenuto il vescovo di Albano, Marcello Semeraro, il cui intervento è sintetizzato nell’intervista che monsignor Semeraro ha concesso ad Avvenire, oggi in edicola a firma di Lucia Capuzzi.
«L’enciclica Laudato si’ – ha detto il vescovo di Albano in uno dei passaggi dell’intervista – ha contribuito a creare una nuova sensibilità diffusa sul rispetto della casa comune. Un terreno quest’ultimo di incontro tra la Chiesa e i giovani, i quali sentono minacciato il loro presente e futuro dall’indifferenza di molti poteri politici ed economici di fronte alle sofferenze del pianeta. Per questo, i ragazzi si sono mobilitati, sorprendendo un’opinione pubblica che era abituata a immaginarli come “disimpegnati cronici”. Certo, il loro movimento, come ogni azione umana, non è esente dal rischio di ideologizzazioni o manipolazioni. C’è il pericolo che le loro legittime istanze si trasformino in un pensiero verde, in un ambientalismo alla moda. Come Chiesa, però, non possiamo sottrarci alla sfida di entrare in dialogo con i giovani in questo terreno tanto importante per entrambi, gettandovi i semi del Vangelo. In questo, l’esperienza della Chiesa amazzonica può essere una preziosa ispirazione».
L’intervista completa è disponibile qui.

Veglia missionaria diocesana

Sarà celebrata venerdì 18 ottobre alle 19 dal vescovo Marcello Semeraro, nella Cattedrale di San Pancrazio, la Veglia Missionaria diocesana, in occasione della Giornata missionaria mondiale (20 ottobre).
La Veglia seguirà l’arrivo della marcia “Restiamo Umani”, un evento a carattere nazionale, che attraverserà il 18 ottobre il territorio dei Castelli romani (mentre il giorno precedente sarà a Nettuno e Anzio). Alla marcia, partita da Trento il 20 giugno e che sta attraversando tutta l’Italia, per concludersi a Roma domenica 20 ottobre in piazza San Pietro, ha aderito anche l’ufficio missionario diocesano, insieme alla onlus Ponte di umanità e i Giovani costruttori per l’umanità. L’ultimo tratto dell’iniziativa prevede l’attraversamento di Genzano di Roma, Ariccia e Albano Laziale. Il promotore della marcia, John Mpaliza, con il corteo percorrerà venerdì 18 ottobre la via Appia nuova secondo il seguente percorso: alle 15,30 partenza da piazza Tommaso Frasconi di Genzano di Roma, quindi arrivo ad Ariccia in piazza di Corte e prosecuzione del corteo fino ad Albano Laziale in piazza Mazzini e poi, percorrendo via Cairoli, il corteo arriverà in Piazza Pia. «Quest’anno – ha affermato il direttore del Centro missionario diocesano, monsignor Pietro Massari – celebriamo il venticinquesimo dell’accordo tra la diocesi di Albano con la diocesi di Makeni, per una diretta collaborazione missionaria tra le due Chiese sorelle. Oggi possiamo dire che la nostra diocesi ha portato avanti il servizio assunto».