Vicariato di Marino

Il vicariato di Marino, immerso nel verde dei Castelli Romani, si presenta composto di sei Parrocchie; tre nel centro storico: San Barnaba Apostolo, la Santissima Trinità e Santa Maria
delle Grazie; e tre nella periferia: la Natività della Beata Vergine Maria a Santa Maria delle Mole; San Giuseppe a Frattocchie e Maria Santissima Ausiliatrice a Fontana Sala.
Al 31 dicembre 2007 la popolazione era composta da 18.540 uomini e 19.680 donne, di cui, circa la metà tra i 30 e i 49 anni di età. A questi cittadini si aggiungano i quasi 2.500 fratelli provenienti da altre Nazioni, in particolare dalla Romania e dall'Albania, residenti e bene integrati nel nostro territorio.
Significativa è la presenza di numerosi Istituti Religiosi sia maschili che femminili che operano attivamente nell'ambito dell'istruzione (tra la Scuola dell'Infanzia e Primaria servono circa 800 famiglie), dell'accoglienza, della carità; oltre che a sostegno della pastorale familiare, giovanile e della catechesi.
Nel cuore e nella memoria dei Marinesi è ancora vivo il ricordo di monsignor Guglielmo Grassi, Abate Parroco di San Barnaba e vescovo titolare di Damiata, fondatore dell'Istituto delle Piccole Discepole di Gesù e dell'Istituto dei Piccoli Discepoli di Gesù in cui ha avuto fattiva parte anche Zaccaria Negroni, Sindaco di Marino, Deputato e Senatore della Repubblica, e per ben sei volte Presidente dell'Azione cattolica diocesana di Albano.
Tradizionale e rinomata la festa della Madonna del Rosario, celebrata in tutto lo Stato Pontificio fin dal 1571, a ricordo del vittorioso ritorno di Marcantonio Colonna dalla battaglia di Lepanto, e della Augusta Protettrice del nobile e di tutta la città.
(Millestrade, anno 1, n. 3)