Parola & Parole

15 giugno 2024

sabato della X settimana del tempo ordinario

Mt 5, 33-37
«Avete inteso che fu detto… ma io vi dico…». Queste parole di Gesù (chiamate antitesi) non vanno viste come una contrapposizione o una brusca inversione di marcia, ma come un annuncio dirompente: è finalmente giunto il tempo in cui possiamo vivere in pienezza, cioè in tutta verità, il nostro essere creati a immagine e somiglianza di Dio. Il Signore Gesù porta il dono della legge alle sue radicali esigenze, non perché l’umanità a cui si rivolge sia da sé capace di vivere questa chiamata così esigente, ma perché lui è venuto tra noi e dunque nessun dono di grazia più ci manca. In lui siamo fatti capaci, per dono di grazia, di abbracciare e finalmente vivere quel desiderio di pienezza che abita il nostro cuore, senza dover più attendere un tempo migliore perché il regno di Dio è ormai in mezzo a noi e possiamo accedervi da ogni situazione nella quale ci troviamo, con un semplice “sì” alle sue esigenze e con un deciso “no” al peccato e alla tentazione che sempre insorgono dal maligno per distruggerlo in noi. Finalmente possiamo diventare in pienezza quello che con il Battesimo abbiamo già iniziato a essere.

Don Paolo Ciccotti. Sulla Tua Parola – Il messalino, Giugno 2024