Vicariato di Pomezia

Idealmente racchiuso tra le antiche chiese parrocchiali di Pratica di Mare e di Ardea, entrambe dedicate a San Pietro apostolo, spingendosi fino alla Torre di San Lorenzo, il vicariato di Pomezia raccoglie in sé i frutti della Bonifica dell'Agro Pontino, che ha ridato vita al territorio.
Le vaste paludi sono diventate fertile terreno ed hanno visto l'arrivo dei "pionieri" provenienti dalle regioni del Nord Italia e dalle regioni Slave.
Negli anni 60 il "boom economico" ha modificato di nuovo il territorio, passando da una economia rurale a quella industriale con l'arrivo di nuovi insediamenti produttivi e della manodopera  proveniente in particolare dal Sud Italia.
Sono nate così, dal 1938 in poi ben 13 nuove parrocchie, che ora insieme alla chiesa di San Benedetto in Pomezia e a San Pietro in Ardea formano il vicariato. Otto sono nel comune di Pomezia: San Bonifacio, San Michele Arcangelo, Madonna di Collefiorito, San Isidoro Agricoltore a Santa Procula, San Giuseppe Artigiano a Martin Pescatore, Beata Vergine Immacolata a Torvaianica, Sant'Agostino a Campo Ascolano e Regina Mundi a Torvaianica Alta; 4 sono nel territorio di Ardea: San Gaetano da Thiene a Nuova Florida, San Lorenzo martire a Tor San Lorenzo, Regina Pacis a Pian di Frasso e Santa Caterina da Siena alla Castagnetta.
Oggi il territorio, con la crisi economica, conosce un rallentamento di produttività, ma vede l'insediamento di immigrati esteri o cittadini di Roma che evadono dalla città.
Sono presenti al momento 5 comunità religiose femminili e una maschile.
La Caritas diocesana è presente a Torvaianica con una struttura, la Casa di accoglienza "Card.  Pizzardo" per famiglie e singoli in difficoltà, c'è anche la presenza di una casa famiglia per minori in situazione di disagio "Casa Chiara e Francesco" di ispirazione cattolica.

(Millestrade, anno 1, n. 7)