News diocesane

Solennità del Corpus Domini in Albano. In allegato i testi

Giovedì 26 maggio, la Chiesa di Albano celebrerà la solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, sul tema “Adoriamo, accompagniamo e amiamo Gesù per le strade di Albano!”. Alle 18 il vescovo Marcello Semeraro presiederà la Messa nella cattedrale di San Pancrazio martire ad Albano, concelebrata dai sacerdoti del clero diocesano. Al termine della celebrazione, dalla Cattedrale partirà la tradizionale processione del Corpus Domini per le vie della città di Albano Laziale che si concluderà con la benedizione finale nella parrocchia di Santa Maria della Stella.

Monastero invisibile: aprile

Nel mese di aprile si celebra la 53ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, occasione per riflettere sul tema della gratitudine per un amore che sempre ci previene. «La Chiesa – ha scritto papa Francesco nel suo Messaggio per la Giornata – è la casa della misericordia, ed è la “terra” dove la vocazione germoglia, cresce e porta frutto. Invito tutti voi, in occasione di questa, a contemplare la comunità apostolica, e a ringraziare per il ruolo della comunità nel cammino vocazionale di ciascuno». In particolare, l’invito è a pregare perché le comunità cristiane continuino ancora oggi ad essere “case di misericordia” e luoghi di scoperta e di crescita delle diverse vocazioni che arricchiscono la vita della Chiesa.

Il tempo della speranza, la lettera di papa Francesco ai detenuti del carcere di Velletri

Il sabato 5 marzo 2016 il nostro Vescovo Marcello si è recato presso la Casa Circondariale di Velletri per celebrare la Santa Messa della IV Domenica di Quaresima nel corso dell’Anno Giubilare. Alla celebrazione eucaristica hanno partecipato un certo numero di detenuti, fra cui molti del territorio diocesano, e i membri dell’Associazione V.O.L.A.R.E. sostenuta dalle Caritas Diocesane di Albano e di Velletri-Segni. Hanno concelebrato la Santa Messa il sacerdote don Franco Diamante, cappellano della Casa Circondariale e i sacerdoti della nostra Diocesi don Andrea Conocchia, vicario territoriale di Anzio, e don Kenneth Meneses, della segreteria vescovile. Al termine della Messa, prima del saluto di congedo i detenuti hanno consegnato al Vescovo una lettera per Papa Francesco. Il Santo Padre ha risposto con il messaggio, che qui è pubblicato come speciale testimonianza di un’opera di misericordia.

Il corpo di Santa Maria Goretti accolto nella Chiesa di Santa Barbara a Nettuno

Dal 18 al 21 aprile, la parrocchia Santa Barbara Vergine e Martire di Nettuno accoglierà la reliquia insigne del corpo di Santa Maria Goretti, solitamente custodita nel santuario della stessa città. Il 18 aprile, il corpo di Marietta verrà portato in processione prima nella chiesa giubilare Tenda del Perdono e poi nella chiesa parrocchiale, dove il parroco don Luca De Donatis celebrerà la Messa alle 19. Durante la permanenza della reliquia insigne, la chiesa e la Tenda resteranno aperte per tutta la giornata e, a disposizione per le confessioni, ci saranno i padri Passionisti (dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19).
In allegato, il programma completo.

Sesta edizione del concorso nazionale “ifeelCud”

Fino al prossimo 30 maggio sarà possibile partecipare alla sesta edizione di “ifeelCUD”, il concorso riservato alle parrocchie in tutta Italia, che mette in palio 8 premi, da un minimo di 1.000 euro fino a un massimo di 15.000 euro (più un premio della Giuria per il miglior video del valore di 1.000 euro). Lo slogan scelto per l’edizione di quest’anno è “Per vincere, questa volta scendi in piazza”. Ogni parrocchia potrà parteciparvi iscrivendosi su www.ifeelcud.it, creando un gruppo di lavoro, organizzando un evento locale per promuovere l¿8xmille alla Chiesa cattolica e ideando un progetto di solidarietà per la propria comunità. «Questa iniziativa nazionale, rivolta alle parrocchie – afferma Matteo Calabresi, responsabile del Servizio Promozione della C.E.I. – vuole contribuire a far realizzare progetti di utilità sociale che spesso poi diventano risposte concrete ai bisogni delle famiglie in difficoltà, ai giovani e agli anziani. Penso in particolare ad alcune parrocchie in contesti sociali a rischio o caratterizzati da povertà e disoccupazione anche giovanile. Lo scorso anno le parrocchie vincitrici hanno potuto aiutare le proprie comunità come “La casa di Francesco”, di una parrocchia di Scafati (SA) che consente ai più poveri di trovare un momento di serenità grazie ad un pasto caldo, una doccia, qualche ora di riposo sotto a un tetto. Fra le altre proposte vincitrici un laboratorio di lettura, di alfabetizzazione, un’orchestra composta da giovani a rischio, uno sportello polivalente per assistere immigrati e italiani in difficoltà e tante iniziative volte a migliorare concretamente le esigenze delle comunità parrocchiali». Le parrocchie verranno premiate da un’apposita Giuria, composta dai membri del Servizio per la Promozione del Sostegno Economico alla Chiesa cattolica, in base alla qualità del progetto che presenteranno, secondo i criteri di valutazione pubblicati sul sito. Per partecipare, le parrocchie dovranno organizzare un evento per promuovere l¿8xmille alla Chiesa Cattolica e far conoscere le opere realizzate grazie ai fondi nel proprio territorio oltre che in Italia e nel mondo. Sia che si tratti di un appuntamento già previsto, come la festa del Santo Patrono, o di un¿iniziativa “ad hoc”, l’evento dovrà coinvolgere la comunità locale mostrando la trasparenza nell’utilizzo dei fondi 8xmille. Essenziale ai fini della partecipazione sarà il racconto dell’evento attraverso un servizio fotografico o un video. I materiali dovranno essere caricati online sul sito www.ifeelcud.it entro il 30 maggio 2016. Tutti gli approfondimenti sono disponibili su www.ifeelcud.it e sulle pagine Facebook (https://www.facebook.com/ifeelcud) e Twitter (https://twitter.com/ifeelCUD).

Convegno Diocesano dei Cpae, per essere testimoni di legalità

Domenica 17 aprile dalle 15,45 alle 19,30 si terrà il 7° Convegno Diocesano per i Consigli parrocchiali per gli affari economici, presso la palestra della Parrocchia Natività di Maria Santissima in Aprilia. «Si tratta – spiega monsignor Gualtiero Isacchi, Economo diocesano e curatore dell’evento – di un appuntamento annuale di formazione e informazione che, nella linea dell’impegno assunto sei anni fa con la pubblicazione del testo “Educhiamoci a pensare legalmente”, intende aiutare le comunità parrocchiali a crescere nell’essere “Testimoni di comunione”. I destinatari privilegiati di questo appuntamento sono i componenti dei Cpae». Quest’anno, animerà la riflessione monsignor Andrea Celli, direttore dell’Ufficio giuridico del Vicariato di Roma. Il tema che tratterà è: “L’amministrazione della parrocchia”. In particolare, tratterà degli atti di straordinaria amministrazione, della cessione a terzi di spazi parrocchiali ed alcuni riferimenti in materia lavoristica e assicurativa, dopo aver inquadrato la parrocchia nella cornice della sua natura giuridica. Subito dopo, il vescovo di Albano, monsignor Marcello Semeraro presenterà il testo “Enchiridion Albanum 2 – Prassi amministrativa della Parrocchia”, edito dalla MiterThev. È il volume, atteso, che raccoglie sinteticamente indicazionie informazioni per una corretta amministrazione parrocchiale. Durante il Convegno verrà consegnata una copia a ciascuna parrocchia, nelle mani del parroco, qualora fosse presente, o a uno dei membri del Cpae che firmerà per ritirare il testo.

Giornata di spiritualità per operatori Caritas

È in programma sabato 9 aprile dalle 9,30 alle 16,30, presso la Casa Sacra Cuore dei Padri Gesuiti di Galloro (Ariccia), una giornata di spiritualità per gli operatori che svolgono il loro servizio presso le Caritas sul territorio diocesano, sul tema “E non videro che Gesù”. L’iniziativa è a cura della Caritas della diocesi di Albano, diretta da don Gabriele D’Annibale, e rappresenta un momento forte di incontro, preghiera e formazione per coloro che sono quotidianamente impegnati, nelle varie comunità parrocchiali e nel centro di ascolto diocesano, ad affrontare le fragilità e le povertà di quanti si trovano nel bisogno. A guidare i partecipanti nella preghiera e nella meditazione sarà padre Michele Lavra, direttore della Casa Sacro Cuore di Galloro.

Domenica 6 marzo torna il Cresifest

È in programma domenica 6 marzo, dalle 15,30 presso il Centro Mariapoli di Castel Gandolfo, il Cresifest, la festa-incontro dei cresimandi della Diocesi con il vescovo di Albano, Marcello Semeraro, organizzata dall’Ufficio catechistico diocesano e dal Servizio di pastorale giovanile, e giunto alla quarta edizione. Il tema è “Mai soli… in cerca di te”. Sul sito dell’Ufficio catechistico diocesano (www.catechisticodiocesidialbano.com) è possibile scaricare il materiale per prepararsi all’evento: catechesi, attività di gruppo, canto, scheda del catecumenato crismale, scheda informativa, liberatoria e locandina. L’idea del Cresifest nasce da una riflessione degli uffici pastorali, maturata poi nell’ambito del catecumenato crismale, per permettere ai giovani che riceveranno nell’anno il sacramento della Confermazione di incontrare il Vescovo, conoscerlo e far festa insieme con lui. Lo stesso titolo “Mai soli… in cerca di te” ha un duplice obiettivo: da un lato, quello di far sentire ai ragazzi la vicinanza del pastore e l’accompagnamento di tutta la comunità, dall’altro di sottolineare come la stessa Chiesa di Albano vada incontro a giovani in cerca di fede, a partire dai doni preziosi di ciascuno, cercando di avere uno sguardo paterno sugli adolescenti, sul loro mondo, sulle loro scelte, sui loro modi di esprimere in modo positivo l’energia della vita e della fede che chiedono di confermare. In allegato, la locandina.

Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato

Domenica 17 gennaio si celebra la 102ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, sul tema scelto da papa Francesco “Migranti e rifugiati ci interpellano. La risposta del Vangelo della misericordia”. La Giornata rappresenta un’occasione di sensibilizzazione sulla drammatica situazione di tanti uomini e donne, costretti ad abbandonare le proprie terre e a rischiare la vita per un futuro migliore, e un invito a non cedere all’indifferenza di fronte a questa realtà. «Papa Francesco – dice don Fernando Lopez, responsabile di Migrantes nella Diocesi di Albano – ha scritto un bel messaggio per questa giornata, nel quale parla sia ai migranti, incoraggiandoli a non perdere la speranza e la gioia di vivere, sia a tutti i fedeli  a cui ricorda l’importanza dell’accoglienza di queste persone. Sarebbe un messaggio su cui riflettere con i diversi gruppi parrocchiali, per vedere con gli occhi della fede il volto sofferente di Gesù. Non possiamo essere indifferenti a una realtà che oramai ci sta davanti. Non possiamo neanche rimanere nei giudizi infondati. Se per loro è scomodo lasciare tutto e incominciare una nuova vita, lontani dalla propria casa, anche per noi qualcosa deve cambiare per accogliere il meglio possibile, perché siamo la sola famiglia dei figli di Dio». In allegato, il messaggio di Papa Francesco per la 102ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato.